Mutui acquisto casa +4,7% nel 2015, credito al consumo in ripresa

Mutui acquisto casa +4,7% nel 2015, credito al consumo in ripresa

Nel corso dei primi mesi del 2015 i mutui per acquisto casa sono cresciuti del 4,7 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Hanno invece segnato un vero boom gli altri tipi di mutuo, a partire dalle surroghe, più che  quadruplicate. È quanto risultante dai dati dell’Osservatorio Assofin-Crif-Prometeia che ha messo in risalto le differenze tra i dati delle singole erogazioni.

Per quanto riguarda i mutui per l’acquisto di abitazioni, nel 2014 hanno fatto registrare un incremento del 6,6 per cento, mentre le altre tipologie di mutui (mutui di surroga, di sostituzione, di liquidità, per costruzione e ristrutturazione e per il consolidamento del debito) sono cresciute del 44,5 per cento.

Con riferimento al primo trimestre 2015 i mutui d’acquisto delle case sono cresciuti (come anticipato) del 4,7 per cento, mentre la tipologia di “altri mutui” sono più che raddoppiati, registrando un incremento del 129,1 per cento. Un vero e proprio boom delle surroghe (+319,3 per cento nel 2014 rispetto al 2013 e un +710,7 per cento nei primi tre mesi del 2015).

Assofin- Crif-Prometeia sottolineano dunque che nel primo trimestre 2015 le surroghe hanno rappresentato una quota pari al 20 per cento del totale, in termini sia di flussi che di numero di contratti  stipulati.

Con riferimento ai prestiti personali e finalizzati, hanno chiuso in territorio positivo nel 2014 dopo anni in “rosso”, con i flussi che hanno fatto registrare un incremento del 2,5 per cento e con il numero di operazioni di finanziamento cresciute del 5,6 per cento. Nel primo trimestre del 2015 i volumi erogati sono risultati in crescita del 9,3 per cento mentre le operazioni finanziate un rialzo del 15,8 per cento. Bene soprattutto il mercato auto e moto, con una crescita del 10,4 per cento nel primo trimestre, e quello delle carte di credito, in progresso del 15,7 per cento.

I finanziamenti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (arredi, articoli elettronica, elettrodomestici, viaggi, spese mediche, palestre) nel 2014 hanno registrato un calo del 3,2 per cento ma nel primo trimestre 2015 mostrano una ripresa del 4,3 per cento.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.