Prestiti bancari segnali ripresa a giugno

prestiti bancari

Dopo oltre tre anni di costante contrazione finalmente qualche timido segnale di ripresa per i prestiti bancari. Secondo il rapporto mensile dell’Abi, nel mese di giugno il volume dei prestiti a imprese e famiglie è continuato a scendere ma soltanto dello 0,1 per cento su base annua. È il dato migliore da ben 37 mesi.

Prestiti imprese e mutui

Ecco dunque che una inversione di tendenza sembra ormai dietro l’angolo. Secondo la rilevazione condotta dall’associazione che riunisce le banche italiane, i prestiti alle imprese hanno registrato nei primi cinque mesi dell’anno una crescita di circa l’11,6 per cento rispetto al periodo gennaio-maggio 2014.

Per quanto concerne le nuove erogazioni di mutui per l’acquisto di immobili è stata registrata una crescita del 64,4 per cento su base annua, sempre nei primi cinque mesi dell’anno, con le erogazioni di credito al consumo in rialzo dell’11 per cento.

Sofferenze bancarie

Purtroppo continua a crescere il deterioramento della qualità del credito. L’ammontare delle sofferenze lorde nel mese di maggio 2015 ha oltrepassato quota 193,7 miliardi di euro, con una crescita di 25,1 miliardi di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e un rialzo del 14,9 per cento su base annua (per conoscere il dato di aprile di sofferenze e prestiti clicca qui).

Le sofferenze nette sono risultate in rialzo del 9,3 per cento a quota 83,4 miliardi di euro rispetto al 2014. Il rapporto tra sofferenze lorde sul totale degli impieghi risulta pari al 10,1 per cento, in ulteriore crescita rispetto all’8,9 per cento rilevato lo scorso anno, rappresentando il dato più alto degli ultimi 9 anni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.