Raccolta fondi record maggio +16,47 miliardi

fondi-raccolta-risparmio-gestito-soldi

Un mese di maggio ancora molto positivo per i fondi comuni d’investimento, con una raccolta netta che ha raggiunto i 16,47 miliardi di euro a fronte dei 15,83 miliardi di euro del mese di aprile. È quanto emerso dai dati pubblicati da Assogestioni.

Dal primo gennaio 2015 la raccolta netta ha raggiunto quota 87,72 miliardi di euro. Volano i patrimoni, al nuovo record di 1.741.882 milioni di euro dai 1.735.573 milioni di euro del mese di aprile.

Sempre molto bene i fondi comuni aperti con una raccolta pari a 11,5 miliardi di euro, su valori pressoché stabili rispetto ad aprile (11,6 miliardi di euro). Nel periodo gennaio-maggio 2015 il totale è pari a 61,8 miliardi di euro a fronte dei 91,4 miliardi di euro dell’intero anno 2014.

Per quanto riguarda le gestioni di portafoglio, sono state pari a 4,9 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 4,2 miliardi di euro del mese di aprile e per un totale di 25,7 miliardi di euro dal primo gennaio 2015.

Nella categoria del fondi aperti, in evidenza i flessibili che raggiungono quota 6,05 miliardi di euro. In risalto anche i fondi azionari che registrano un dato positivo di 537 milioni di euro dopo il rosso pari a 299 milioni di euro rilevato lo scorso mese di aprile.
Flessione invece per i fondi obbligazionari che hanno registrato una raccolta di 1,75 miliardi a fronte dei 4,57 miliardi di euro della precedente rilevazione di aprile. I fondi bilanciati hanno raggiunto quota 1,23 miliardi di euro ed i monetari risultati positivi a 2,02 miliardi a fronte di un rosso di 74 milioni di euro del mese di aprile 2015.

I fondi di diritto estero hanno registrato una raccolta netta pari a 8,58 miliardi di euro mentre quelli di diritto italiano si sono attestati a quota 3 miliardi di euro.

Per quanto riguarda i risultati delle singole società, davanti a tutti troviamo Intesa Sanpaolo  con una raccolta pari a 6 miliardi di euro. A seguire Pioneer (gruppo Unicredit) con 2,4 miliardi di euro e il gruppo Generali con 1,3 miliardi di euro.

Da segnalare, tra gli altri, Anima Holding con 806 milioni di euro, Mediolanum con 287 milioni e Azimut con 263 milioni di euro.

Tra le società estere in evidenza Jp Morgam Asset Management con una raccolta di 203 milioni di euro a maggio (con un patrimonio gestito in Italia della banca d’affari americana pari a 24,5 miliardi di euro). Positiva anche Deutsche Asset and Wealth Management del gruppo tedesco Deutsche Bank, con una raccolta a maggio di 668 milioni di euro e masse gestite che hanno raggiunto una quota pari a 22,3 miliardi di euro.

Un comparto dei soldi gestiti dunque in buona salute e in costante crescita.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.