Sofferenze bancarie record, lieve ripresa prestiti

sofferenze-bancarie-record-prestiti-mutui

Le sofferenze bancarie crescono ancora a livelli record, malgrado i recenti segnali di miglioramento dell’economia del Bel Paese.

Nel mese di aprile, le sofferenze lorde sono aumentate a quota 191,577 miliardi di euro dai 189,5 miliardi di euro dello scorso mese di marzo.

Il rapporto tra sofferenze lorde e prestiti è aumentato al 10 per cento rispetto all’8,8 per cento di aprile dello scorso anno.

Per quanto riguarda i prestiti bancari, a maggio, il totale dei finanziamenti a famiglie e imprese ha registrato una contrazione più lieve su base annua, esattamente in flessione dello 0,57 per cento ma in miglioramento rispetto al -0,92 per cento di aprile.

Nei primi quattro mesi dell’anno i nuovi prestiti alle imprese hanno registrato un aumento di circa l’11,2 per cento rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.

Con riferimento ai nuovi mutui per l’acquisto di immobili, sempre nei primi quattro mesi dell’anno, è stata registrata una crescita del 55,2 per cento rispetto al periodo gennaio-aprile 2014, mentre per quanto concerne le nuove operazioni di credito al consumo è stato rilevato un incremento dell’11,6 per cento.

Nel mese di maggio il totale dei prestiti è risultato pari a 1.815 miliardi di euro mentre la raccolta da clientela delle banche in Italia è scesa di circa 23,4 miliardi nei dodici mesi, registrando un calo dell’1,35 per cento. Più in dettaglio, i depositi da clientela sono aumentati a maggio del 3,8 per cento su base annuale, con un incremento di circa 46,9 miliardi di euro. L’ammontare complessivo dei depositi al 31 maggio 2015 è risultato pari a 1,282 miliardi di euro.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.