Veneto Banca semestre in profondo rosso

Veneto Banca semestre in profondo rosso

Veneto Banca ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con una perdita da 259 milioni di euro.

Veneto Banca risultati

Le rettifiche sui crediti dell’istituto sono risultate pari a 258 milioni di euro.

L’ammontare del fondo rischi e oneri è salito a 102 milioni di euro.

Per quanto riguarda i costi dell’istituto (da segnalare i componenti straordinari pari a 47 milioni di euro), sono cresciuti del 6,4 per cento a quota 397 milioni di euro rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.

Nel dettaglio le spese del personale sono risultate pari a 205 milioni di euro mentre quelle amministrative si attestano a quota 149 milioni di euro dai 120 milioni di euro dei primi sei mesi del 2015.

I ricavi della banca scendono invece del 22 per cento a quota 359 milioni di euro.

Con riferimento agli indici patrimoniali, il Cet1 è salito dal 7,23 per cento del 31 dicembre 2015 al 10,74 per cento.

Piano industriale Veneto Banca

Tornando ai conti del primo di  semestre della Banca, il margine di intermediazione è risultato pari a 359 milioni di euro, in calo dai 461 milioni di euro dell’analogo periodo del 2015.

Le commissioni nette sono invece scese a 150 milioni di euro dai 193 milioni di euro dello scorso anno.

I dividendi sono risultati pari a 4 milioni di euro, un dato in calo dai 5 milioni di euro del primo semestre 2015.

Il nuovo Consiglio di amministazione della banca, con a capo il presidente Beniamino Anselmi e l’amministratore delegato Cristiano Carrus, nel frattempo è al lavoro per la redazione del nuovo piano industriale.

Secondo le indiscrezioni emerse, si punterà ad una politica diretta principalmente ad una riduzione dei costi e nella ricerca di una maggiore redditività.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.